Bell’essere durante le Feste

<3 Buone Feste

Il periodo tra Natale e l’Epifania, come tutti i momenti di Festività, porta con sé un lato gioioso e uno ansiogeno. A seconda di come stiamo e di come lo viviamo, possiamo attenderlo con impazienza o sperare che passi il prima possibile.

Bene o male, anche se decidiamo di ignorarlo, tutto intorno a noi ce lo ricorda: dalle pubblicità alle luminarie e ai decori natalizi.

Andare contro l’onda potrebbe essere un colpo duro e controproducente, tanto vale cavalcarla.

Ecco il mio decalogo di suggerimenti non solo per sopravvivere alle Feste, ma quasi quasi per farsele amiche. Aspetto i tuoi, nei commenti!

1. Ricordarsi che i giorni festivi tra Natale e l’Epifania sono un periodo di tempo limitato rispetto a tutto l’anno, e sapere che non dureranno in eterno.

2. Riconoscendo che termineranno presto, provare a considerare quale aspetto in fondo in fondo ci può piacere. Potrebbe essere un dolce natalizio della nostra regione, il preparare pacchetti creativi, la barba morbida di Babbo Natale, oppure qualche canzone…

3. Concentrarci sugli aspetti che ci piacciono ed inserirli nel nostro quotidiano per quanto possiamo.

4. Utilizzare l’usanza dei regali come un vero e proprio rito di creatività. Non è necessario avere tanti soldi per fare pensieri indovinati, e la presentazione fa la metà dell’opera.

5. I punti di cui sopra presuppongono che siamo capaci di fermarci un attimo a stare con noi e i nostri sentimenti. Se stiamo correndo troppo, se ci sembra di non avere nemmeno un briciolo di tempo, è proprio allora che ci serve quel piccolo spazio di anche soli dieci minuti, per stare con noi. Altrimenti scarichiamo le pile, diventiamo ancora più nervosi ed irritabili, e diamo la colpa alle Feste… che non c’entrano niente 😉

6. Può darsi che non abbiamo un buon ricordo dei nostri Natali da bambini. Non possiamo modificare quello che ci è accaduto nel corso della vita fino ad oggi, ma possiamo modificare il nostro atteggiamento quando vogliamo, però. Perciò, se decidiamo che da oggi vogliamo cogliere il piacere dei festeggiamenti, ci riusciremo!

7. Uno degli aspetti più difficoltosi del periodo è certamente quello delle relazioni. Possiamo sentirci soli, oppure possiamo sentirci in obbligo di stare con chi ci piace poco. La famiglia è sempre il territorio nel quale la nostra personalità si è formata, e l’ha fatto attraverso lati piacevoli ed altri molto meno piacevoli. Riconosciamolo ed accettiamo che nessuno è perfetto e che tutti viviamo disagi legati allo stare con gli altri. Alleggeriamo le nostre aspettative e potrebbe capitare persino di essere piacevolmente stupiti.

8. Se stiamo vivendo un momento di vita particolarmente duro, come un lutto, una separazione o una malattia nostra o di qualcuno che ci è caro, potremmo quasi sentirci in colpa se sentissimo affiorare un desiderio di festeggiamento. Questo perché ci è molto più facile affezionarci al dolore che lasciarlo andare. Se ci riconosciamo in questa situazione, pensiamo che il desiderio di vita è l’istinto più naturale che abbiamo, e la vita richiede entusiasmo, gioia, sorriso. Sforziamoci, e se all’inizio non ci verrà naturale, poco alla volta saremmo stupiti di accorgerci che qualcosa sta cambiando…

9. Se facciamo parte di chi lavora per permettere agli altri di festeggiare, proviamo ad entrare in empatia con chi serviamo e cerchiamo la soddisfazione di contribuire alla gioia altrui. Può essere molto faticoso avere a che fare con tante persone, molte delle quali irritabili e stanche, ma predisporsi al sorriso invece che mettersi sulla difensiva, fa una grandissima differenza. Sì, anche nei rapporti familiari.

10. Facciamoci un regalo. Da noi a noi. Non per forza qualcosa che si compra o che costi tanto. Ma qualcosa che ci faccia sorridere, sia per noi una coccola vera, dimostri a noi stessi quanto bene ci vogliamo. Scriviamoci una lettera per augurarci buone Feste e mettiamola sotto il nostro cuscino. Vi auguro buoni sogni. E gioiose Festività!


 

foto: photl.com

 

Post collegati (Potrebbero interessarti anche)
Come dentro, così fuori e viceversa
Quella voce che abita nello specchio
La cura
Una poesia per te
La pelle, questa meraviglia
Hennè ed erbe tintorie: altri trucchetti

Lascia un commento

Informativa Policy