Capelli: 3 convinzioni da cambiare

<3

Quando ho iniziato a lavorare nel campo della cosmesi “ecobio” e quindi ad avere a che fare con tante persone che mi parlano delle loro esigenze estetiche, ricordo di essere rimasta stupita dell’attenzione molto elevata verso i capelli.

Passare da uno shampoo tradizionale ad uno eco può richiedere un periodo di adattamento per abituarsi a meno schiuma, meno immediata districabilità, meno profumo. Occorrono un po’ di pazienza e un po’ di sperimentazione su sè stessi.

Sicuramente però abbiamo delle convinzioni, marketing indotte, che possono farci perdere il contatto con la realtà e quindi indurci a riporre aspettative irrealistiche in un prodotto e nelle nostre chiome.

1. I capelli ricci sono disordinati. Non so quante persone conosco che piastrano i loro splendidi ricci perchè “non stanno mai a posto”, “sono ingombranti”, “sono troppi”. Vale la pena ricordarci che nella società occidentale nella quale viviamo, c’è un grosso evitamento della parte selvaggia, soprattutto quella femminile, ed evidentemente i ricci folti e crespi vengono visti come sconvenienti. Lo dimostrerebbe il grande business dei prodotti liscianti utilizzati dalle donne afroamericane. Se seguite qualche serial statunitense, noterete che i personaggi femminili di colore che devono mostrare competenza, affidabilità e serietà, hanno sempre i capelli piastrati o pettinati in onde molto morbide. In realtà i ricci sono splendidi e personalmente mi incanto sempre a guardare quelli di chi decide di non stirarli.

2. Quando ci si lava i capelli, bisogna fare due passaggi di shampoo. Questa convinzione è davvero diffusa, ma è fuorviante. Non sempre il doppio passaggio è necessario, dipende da che shampoo stiamo usando e da quanto è sporco il nostro cuoio capelluto. Se dopo un primo shampoo sentiamo che i capelli sono puliti, non è necessario insistere.

3. Il biondo ringiovanisce. Questa è una convinzione soprattutto femminile. Anche in questo caso, potremmo soffermarci a valutare quanto il biondo sia “angelico”, rispetto ai capelli corvini… Oppure possiamo più concretamente osservare che non tutte le donne stanno bene con i capelli biondi. Ciascuna di noi ha un insieme di colori tra occhi, pelle, capelli, che la rendono più o meno adatta al biondo. Ci sono donne particolarmente mediterranee che, nonostante un’età non più giovanissima, splendono nelle loro chiome scure.

Aspetto i vostri contributi per esplorare meglio il campo 🙂 Avete sperimentato su di voi convinzioni errate? Avete trovato nuove soluzioni?

 


Foto da www.photl.com
nascosta

Post collegati (Potrebbero interessarti anche)
Come dentro, così fuori e viceversa
Quella voce che abita nello specchio
La cura
Una poesia per te
La pelle, questa meraviglia
Hennè ed erbe tintorie: altri trucchetti

Lascia un commento

Informativa Policy