Emozioni negative ed emozioni positive… o no?

<3

Rifletto in questi giorni su come siamo mediamente portati a distinguere tra le nostre emozioni, dividendole in negative e positive.

Tra le negative mettiamo, per esempio,  la rabbia, il dolore, la noia, la paura, il rancore, mentre descriveremmo certo come positive la gioia, l’entusiasmo, l’affetto, la commozione, l’amore e così via.

In realtà, le emozioni non sono né positive né negative, ma hanno tutte un valore che si trova nella possibilità di metterci a contatto con noi stessi. Se non fossimo mai connessi alle nostre emozioni più impegnative da gestire, non potremmo crescere né imparare. Se da piccoli non sentissimo la frustrazione di non riuscire a muoverci da soli, non impareremmo mai a camminare, giusto?

La stessa cosa succede con le emozioni. Se non sento la paura, non posso trovare il coraggio. Se mi nego la rabbia, mi nego anche la grinta. Se mi riempio la vita di cose da fare, per non annoiarmi, rischio di perdere di vista cosa mi piace davvero e di cosa ho davvero bisogno.

Ma se mi lascio andare ad un perpetuo entusiasmo, mi allontano dalla realtà.

E allora? Allora, come al solito, è questione di ascolto e di volume. Più riusciamo ad accogliere le nostre emozioni così come sono, senza giudicarci, meno si inaspriranno, più potremo utilizzarle per evolvere, per crescere e stare bene.

Come al solito, più stiamo bene interiormente, più la nostra pelle risplenderà. Lei, che è lo schermo principale su cui le nostre emozioni sono proiettate. Cos’altro sono, le rughe d’espressione, se non la traccia delle emozioni impressa su nostro volto? E cosa ci fa arrossire, se non un’emozione? Ci sono anche dei modi di dire, come “verde di rabbia”, o “gonfio d’orgoglio”. Il nostro corpo non mente mai… ciò che possiamo nascondere alla nostra mente, il corpo lo registra, sempre.

Ecco un altro buon motivo per cominciare a convivere con ciò che troviamo scomodo. Per imparare a gestirlo, ogni giorno di più.


 

 

foto da photl.com

 

Post collegati (Potrebbero interessarti anche)
Come dentro, così fuori e viceversa
Quella voce che abita nello specchio
La cura
Una poesia per te
La pelle, questa meraviglia
Hennè ed erbe tintorie: altri trucchetti

Lascia un commento

Informativa Policy