Preparandoci alla primavera

<3

In primavera la natura si rinnova e vive un momento di rinascita. Ce lo annunciano i germogli, le foglioline nuove di quel verde oro che solo in questa stagione si trova. Ce lo suggerisce la pioggia, che spesso vediamo solo come seccatura, dimenticandoci che senza acqua non c’è vita. Ce lo cantano i cinguettii degli uccelli con le nuove covate. Anche i nostri animali domestici potrebbero vivere un momento di insolita vivacità!

Qualcuno di  noi può sperimentare sonnolenza unita a tanta voglia di muoversi. La pelle e i capelli possono momentaneamente “impazzire” e comportarsi in modo diverso da come siamo abituati.

In realtà il nostro corpo sta avvertendo prima di noi il bisogno di adattarsi alle nuove condizioni atmosferiche e climatiche, ma noi, che siamo abituati a vivere correndo, distanti dai ritmi naturali, non ci diamo il tempo di comprendere e avvertiamo tutto come un fastidio.  Allora perché non sperimentare qualche piccolo rito cosmetico per l’arrivo della “bella stagione”? La stagione che ci vedrà trascorrere più tempo all’aria aperta, ci farà scoprire più centimetri di pelle, porterà piogge, sole, brezze leggere e una rinnovata voglia di entrare in relazione con gli altri, si merita che ci prepariamo al meglio per godercene ogni istante.

Vi propongo un elenco di piccoli gesti cosmetici, che facilmente possono diventare riti, se ci poniamo un’attenzione diversa e vi infondiamo la nostra apertura al rinnovamento e al mutamento, il nostro desiderio di fluire serenamente, come le stagioni nel loro avvicendarsi. Accudire il corpo ci serve per mediare tra ciò che accade fuori e ciò che accade dentro di noi.

1. Partiamo dalla testa. Tagliarsi i capelli, sperimentare una nuova acconciatura, usare l’hennè per donare nuovi riflessi.

2. Continuiamo col corpo: esfoliamo la pelle con uno scrub delicato per eliminare le cosiddette “cellule morte” e dare spazio a quelle nuove.  Una ricetta veloce veloce? Una tazza di sale, olio di girasole, 5 gocce di olio essenziale di lavanda.

3. Arriviamo ai piedi, preziosissimi alleati che ci collegano alla terra. Dedichiamoci una bella pedicure che preveda un pediluvio in acqua calda e sale, pietra pomice o equivalente sulle callosità, forbici o lima per accorciare e dare forma alle unghie. Lo raccomando anche agli uomini che stanno leggendo: il pediluvio è rilassante, ci fa espellere tossine, e sentirsi i piedi più leggeri rimette in pace con il mondo!

4. Un aiuto dall’interno: curiamo l’alimentazione. Dovremmo farlo, in realtà, tutto l’anno. Ma se non lo facciamo, sfruttiamo questo momento per aggiungere ai nostri pasti tanta verdura e spuntini a base di frutta. L’importante è che sia di stagione, possibilmente biologica. Se ci bilanciamo dentro, siamo più bilanciati fuori. Provare per credere.

 


Foto da www.photl.com

Post collegati (Potrebbero interessarti anche)
Come dentro, così fuori e viceversa
Quella voce che abita nello specchio
La cura
Una poesia per te
La pelle, questa meraviglia
Hennè ed erbe tintorie: altri trucchetti

Lascia un commento

Informativa Policy