Propositi di Bell’essere per il 2013

<3

Mentre inizio a scrivere questo articolo, il clima è quello da “fine del mondo“.  Domani, infatti, sarà il fatidico 21.12.2012, data sulla quale si è detto tutto e il contrario di tutto. Personalmente, seguo la linea di chi crede che quando l’attenzione di tante persone si concentra su un momento che è avvertito come di passaggio, allora un passaggio ci sarà, per chi vorrà coglierlo. Un po’ come il Capodanno, che segna una fine ed un inizio, e per questo ci fa venire voglia di rinnovamento e novità, sia esteriori sia interiori.

Un amico, proprietario di una palestra, mi dice sempre che gennaio è uno dei mesi migliori per quanto riguarda i rinnovi delle iscrizioni e i nuovi abbonamenti. Sia che sentiamo di lasciarci alle spalle un anno pesante, sia che siamo pieni di entusiasmo per ciò che verrà, siamo spinti a metterci in movimento per attuare cambiamenti.
Molti di noi non mancano di stilare una lista di buoni propositi che sia di ispirazione per i mesi a seguire. Nella mia esperienza decennale di lettrice, frequentatrice e moderatrice di forum online dove si parla, anche, di bellezza, i buoni propositi più gettonati di tutti sono sempre stati dimagrire e/o mettersi a dieta;  iscriversi in palestra/piscina/fare movimento; essere costanti nell’applicazione di creme anticellulite.

Anch’io, per parecchi anni, ho avuto questi buoni propositi. Finchè mi sono resa conto che di anno in anno erano sempre lì. Ogni anno volevo dimagrire, ogni anno volevo fare movimento. Quindi voleva dire che il proposito era rimasto tale, non ero riuscita ad attuarlo. Allora ho pensato che stavo guardando dalla parte sbagliata. Che l’obiettivo non era il dimagrimento, ma qualcosa che doveva abbracciare uno stato di benessere più ampio, che comprendesse mente, corpo e cuore in un tutto armonico e perciò sentito e realizzabile.

Ho smesso di includere la dieta nei miei propositi, ho lavorato su altro. Quando è stato il momento, voilà, sono anche riuscita a dimagrire. Ma prima avevo avuto bisogno, per esempio, di ricontattare il mio corpo, prendermi cura di me, aumentare la mia autostima. In altre parole, avevo curato il mio “bell’essere”.

Per l’anno che verrà, ti suggerisco quindi un elenco di buoni propositi di bell’essere. Sentiti libero di prenderne qualcuno e farlo tuo, o di rifiutarli tutti e di raccontarmi in un commento quali sono i tuoi.

Propositi di Bell’Essere 2013

1.  Ascolta il tuo corpo ogni giorno di più. Il corpo non mente mai. Fai attenzione alle sensazioni di nodo allo stomaco, tuffo al cuore, brivido, pelle d’oca, sudore…

2.  Impara a riconoscere l’ansia. L’ansia, quando non la gestiamo o non la riconosciamo, ci fa fare di tutto: inciampare, mangiarci le unghie, rovesciare la tazza di tè sul tavolo e osì via. A chi non è mai capitato? Spesso siamo così presi dal fare quotidiano, che l’ansia è la nostra condizione esistenziale e ci sembra normale. Riconoscerla è il primo passo per imparare a regolarne il volume.

3.  Se sei troppo preoccupato di come appari agli altri, cerca di spostare la tua attenzione sulla qualità delle relazioni che stai coltivando.  Ricorda a te stesso che la perfezione non è umana e che ciò che realmente attrae è l’imperfezione portata nel mondo con autenticità.

4. Smetti di cercare “la crema migliore” – sostituisci a “crema” qualsiasi altro prodotto tu stia cercando – e comincia a cercare quello che è meglio per te, per le tue esigenze, il tuo stile di vita, i tuoi sensi, i tuoi valori.

5.  Se hai il bagno che trabocca di ogni genere di flacone e ciò nonostante continui ad acquistare prodotti che raggiungono la scadenza prima di averli terminati, fermati. Fai un inventario. Prendi un appunto su un quaderno, o dovunque tu desideri, che ti ricordi con quali ti sei trovato meglio e quali invece non ricomprerai. Se c’è qualcosa che non vuoi più utilizzare, prendi in considerazione l’idea di regalarlo a qualche amica o di utilizzarlo per scopi alternativi.

6.  Se fumi, considera seriamente di smettere. Lo so, lo so, questo è un altro di quei buoni propositi che in tanti fanno ogni anno. Sappi che il fumo, oltre ad essere connesso all’aumento di rischio di contrarre disparate patologie, è anche deleterio per l’aspetto della pelle, che diventa asfittica, opaca e invecchiata precocemente.

7. Sii curioso. La curiosità ci spinge a provare e ad uscire dalle nostre abitudini. Se quello che hai sempre provato non funziona, è ora di provare altro. Sperimenta!

Con la speranza che questi punti possano fornire per te uno spunto interessante e utile, auguro a te e alla tua pelle un raggiante 2013.

 

 

 

Post collegati (Potrebbero interessarti anche)
Come dentro, così fuori e viceversa
Quella voce che abita nello specchio
La cura
Una poesia per te
La pelle, questa meraviglia
Hennè ed erbe tintorie: altri trucchetti

Lascia un commento

Informativa Policy