Riempiamoci di Bello

<3 roma

Nel momento in cui scrivo sono appena tornata da un fine settimana a Roma, che mi ha ispirata tanto da prenderne spunto per qualche riflessione.

Roma è bellissima. Non c’è niente da fare. Caotica, enorme, piena, ma bellissima. Certi scorci, certi panorami, la sensazione di camminare in un pezzo di storia, anzi di Storia, e poi quella luce che rende tutto vivo.

A Roma ho visto bellezza, ho respirato bellezza e ho condiviso bellezza. Mi sono resa conto, una volta tornata a casa, di quanto ne avessi bisogno.

Perché noi funzioniamo un po’ così: per abitudine. Lo scrivo tante volte, per ribadire quanto sia importante soprattutto accorgersene. Ci mettiamo un secondo a lamentarci, ad annoiarci, ad essere scontenti di noi e degli altri.

Dimentichiamo  la Bellezza da qualche parte perché siamo in un limbo di grigiore, dove ci sembra di vedere, ma in realtà non vediamo, perché non guardiamo.

Se decidiamo con un atto di volontà di uscire dal torpore, possiamo facilmente accorgerci di tanti piccoli indizi di bellezza sparsi intorno a noi. Lei è generosa, e si distribuisce ovunque: nei gesti gentili, nei colori dell’autunno, in una composizione floreale, nell’eleganza di un gatto, nei sorrisi sinceri, in un vestito che ci fa sentire noi, in quella statua a cui siamo passati accanto mille volte senza dedicarle reale attenzione.

Sta a noi, solo a noi, aprirci al Bello. E come fuori, così dentro: più Bello portiamo ai nostri sensi, meno ci sentiremo grigi e più saremo bendisposti verso l’altro. Il detto “l’appetito vien mangiando” nasconde la verità della nostra natura, che reagisce a seconda di quanto e come viene sollecitata.

Segliamo quindi di cosa nutrirci, scegliamo che tipo di appetito vogliamo avere. Preferiamo cibarci di mediocrità, o di bellezza? Vogliamo restare nel nostro piccolo e a volte comodo mondo grigio, o aspiriamo ad elevarci?

La parola a te, che stai leggendo: raccontami. Dove trovi la bellezza, ogni giorno?

 

 

Post collegati (Potrebbero interessarti anche)
Come dentro, così fuori e viceversa
Quella voce che abita nello specchio
La cura
Una poesia per te
La pelle, questa meraviglia
Hennè ed erbe tintorie: altri trucchetti

Commento

  1. starchild

    dicembre 5, 2015 at 9:55

    “Se decidiamo con un atto di volontà di uscire dal torpore, possiamo facilmente accorgerci di tanti piccoli indizi di bellezza sparsi intorno a noi.”
    Condivido, e l’atto di volontà ne è il fondamento :).
    Mi ritaglio dei momenti per stare in mezzo alla natura, la sua bellezza a 360 gradi mi fa sentire al posto giusto nel momento giusto.
    Sento di nutrirmi di ciò di cui sono fatta: c’è la terra, la mia fisicità,c’è l’aria, la mia mente, c’è l’acqua le mie emozioni e sento di recuperare la mia origine. Ristorata, con la calma nel cuore mi sento più autentica.

Lascia un commento

Informativa Policy